logo altro stile

Scritto da:

Redazione

Redazione

Redazione Altro Stile.

Arriva la cialda del caffè ecologica

Un giovane inventore crea quella a base di zucchero

Arriva la cialda del caffè ecologica

Forse non ci avete mai pensato, ma quante cialde per il caffè consumiamo nel mondo? E come si smaltiscono? Una soluzione al problema dello smaltimento delle cialde di caffè, arriva da un giovane inventore di Singapore, che ha ideato il modo di smaltire le confezioni di plastica che rappresentano un problema per l'ambiente. 

Eason Chow, questo giovane designer, ha ideato delle capsule amiche dell'ambiente, sostituendo l'involucro di plastica con un rivestimento di zucchero. Queste capsule 'green' sono realizzate da granuli di caffè e latte in polvere, poi immersi nello zucchero così da formare la capsula per la macchina dell’espresso.

Il risultato è una cialda per un buon caffè che non produce sprechi, né rifiuti di alcun tipo. Eason Chow afferma che il rivestimento di zucchero avrà diversi spessori ed aromi per soddisfare ogni gusto. 'Droops', il nome del progetto, è ancora nella fase iniziale, ma secondo Chow, la macchina del caffè realizzata espressamente per queste cialde costerà circa  80 sterline (circa 110 euro), mentre il prezzo di un pacchetto con 20 capsule sarà di circa 4 sterline (5,50 euro). 

Ma dove ha trovato l’ispirazione il venticinquenne inventore?

Ha raccontato di essere stato ispirato dalle caramelle ricoperte di zucchero dei distributori delle palline da masticare.

Solo per chiarire, quello delle capsule del caffè usate e del loro smaltimento, sta diventando un grave problema, poiché è una pratica molto diffusa, quella del caffè in cialde. La buona notizia è che anche le grandi industrie produttrici di caffè in cialde si stanno muovendo e hanno già presentato delle cialde biodegradabili e addirittura compostabili. 

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-59467637-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');