Frutta e verdura somigliano agli organi umani

Vi siete mai accorti che alcuni cibi somigliano in maniera davvero notevole agli organi del nostro corpo?

Frutta e verdura somigliano agli organi umani

Se non l’avete mai notato, fateci caso… perché abbiamo una sorpresa per voi: gli organi ottengono enormi benefici dai cibi che hanno la stessa forma. Non ci credete? Leggete qui! 


E’ ormai risaputo che le proprietà contenute negli alimenti sono un fondamentale aiuto per prevenire e trattare alcune patologie e, in generale, per mantenere in salute il nostro organismo. Una curiosità, però, riguarda alcuni cibi in particolare: per mantenere in salute o per “curare” alcuni organi del nostro corpo bisogna mangiare i cibi che più gli somigliano, che molto spesso contengono le proprietà specifiche in grado di curarli. Il primo medico a proporre questa teoria è stato Paracelso, medico, alchimista e astrologo vissuto a cavallo tra ‘400 e ‘500, che la chiamò “Signatura Rerorum” (dal latino, “la firma delle cose”). Oggi, però, questa teoria è confermata sotto alcuni aspetti anche dalla scienza. 

Un esempio lampante è quello del gheriglio della noce, dalla forma incredibilmente simile a quella del cervello umano: la noce contiene nutrienti dalle proprietà stimolanti dei neurotrasmettitori, quali fosforo e magnesio, che aiutano il cervello a recuperare le energie e a combattere stanchezza e affaticamento.

Il grappolo d’uva poi, simile alla struttura degli alveoli polmonari, protegge gli stessi dal cancro ai polmoni. Il pomodoro, se tagliato, ha un colore rosso acceso e presenta quattro aree esattamente come il cuore: l’ortaggio è infatti una fonte di licopene, che aiuta a prevenire diverse patologie coronarie. 

E ancora le fette degli agrumi, simili alle ghiandole mammarie, aiutano a proteggere il sistema linfatico del seno; le carote affettate, che hanno l’esatta forma di un occhio, contengono betacarotene che, trasformato in vitamina A, protegge la vista; la parte interna dell’avocado è somigliante a un utero, e in effetti è molto indicato per la prevenzione del cancro alle ovaie e della cervice e, inoltre, per riequilibrare il sistema ormonale e per perdere peso dopo la gravidanza. Oltre a tutti questi cibi, un legume straordinariamente simile a un nostro organo è il fagiolo: ha infatti la stessa forma dei reni e sono moltissimi i benefici che questi organi traggono dai fagioli. Il sedano presenta molte affinità con il nostro apparato scheletrico; è per l’appunto un alleato fondamentale per riequilibrare i sali minerali nel nostro corpo, che automaticamente, se ne siamo carenti, vengono procurati dalle ossa indebolendole. I funghi tagliati a fette poi, somiglianti alle orecchie, grazie all’ergosterolo trasformato in vitamina D proteggono le piccole ossa di questi organi, che trasmettono le vibrazioni dal timpano al nervo acustico. Per concludere questa carrellata, ci sorprenderà scoprire che lo zenzero, dalla forma simile a quella dello stomaco, ha proprietà antiemetiche, previene la formazione di gas e gonfiori, cura le affezioni dell’apparato digerente e la diarrea.

La Natura ha dunque pensato a tutto: in essa troviamo tutto quello che ci serve per mantenere in salute il nostro organismo… Perché allora non trarre beneficio dai doni che ci ha fatto?

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.