Tutti col naso all'insù per l'eclissi

Il 20 marzo 2015 non perdiamoci l'eclissi di Sole!

Tutti col naso all'insù per l'eclissi

Domani, 20 marzo 2015, assisteremo a un fenomeno speciale, tanto raro quanto atteso con trepidazione. Si tratta di un’eclissi di sole, evento che sarà possibile ammirare anche dal nostro Paese e che non si ripeterà fino al 2020 . Non bisogna dunque perdersi quella di domani, che avverrà tra le 9.00 e le 11.45 di mattina. Nell’eclissi di quest’anno, appartenente alla famiglia delle Saros, il sole verrà oscurato al 50% dal passaggio della Luna, che si troverà nella stessa posizione rispetto al proprio nodo (il punto in cui essa interseca l’orbita terrestre) e alla stessa distanza dalla Terra. Questo tipo di eclissi, tra l’altro, avviene pressapoco nello steso periodo dell’anno e con una periodicità matematica: infatti l’intervallo tra una Saros e l’altra è di 18 anni, 10 o 11 giorni (in base a quanti anni bisestili cadono nell’arco dei 18 anni) e 8 ore. Il fenomeno, come già detto, sarà visibile di mattina, con orario di inizio variabile a seconda del luogo in cui ci si trova: prima in Sardegna, poi a Cagliari alle 9.16, a Roma alle 9.23, a Milano alle 9.24, a Napoli alle 9.25, a Lecce e Trieste alle 9.30. L’oscuramento massimo si avrà dopo un’ora dall’inizio e terminerà verso le 11.45. L’intensità dell’eclissi sarà massima al Nord e diminuirà mano a mano che si scende verso il Sud.

I nostri genitori o i nostri nonni ce lo avranno detto in tutte le salse: mai guardare il sole a occhio nudo. Per osservare dunque l’eclissi senza arrecare danni ai nostri occhi esistono vari metodi, tra cui occhiali con filtri appositi e protezioni per macchine fotografiche e telescopi. Se non abbiamo a disposizione questi strumenti specifici, per accorgersi dell’eclissi senza fissare il sole per tutta la mattina basta osservare un edificio o un qualsiasi altro punto di riferimento a intervalli regolari: noterete la diminuzione della luce solare, anche se i vostri occhi cercheranno naturalmente di adattarsi. Se poi il meteo non vi permetterà di godere questo evento o non avrete possibilità di seguire l’eclissi da un luogo ottimale, non temete: il Virtual Telescope mostrerà in diretta streaming le immagini, commentate dall’astrofisico Luca Masi.

Tutti pronti quindi domani dalle 9.00, la Natura con il suo meraviglioso spettacolo ci aspetta!

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.