Auroville, la Città dell'Aurora

Il sogno di Mirra Alfassa diventato realtà

Auroville, la Città dell'Aurora

Mirra Alfassa (Paris 21.2.1878 - Pondicherry 17.11.1973) nasce da madre egiziana e padre turco; in lei vi era una volontà di perfezione, il senso di una coscienza senza limite. Studiò pianoforte e pittura; per lei la musica e i colori furono i primi strumenti attraverso cui sperimentò che la realtà non è quella che ci appare, ma che esiste una “vera” materia da scoprire dietro l’apparenza delle cose, una “realtà qual è davvero”.

Mère non smise mai di cercare e sperimentare questa realtà nascosta dietro il velo dell’apparenza: fin dall’infanzia, visse, in modo assolutamente spontaneo e naturale, tutta una serie di esperienze che comunemente sono considerate “spirituali” (come la fuoriuscita dal corpo, la visione di dimensioni sottili, la percezione delle vibrazioni che animano le cose e gli esseri dietro le apparenze). A diciannove anni sposò il pittore Henry Morrisset ed entrò a far parte dell’ambiente artistico parigino, dove conobbe Rodin, Renoir, Degas e altri pittori impressionisti. Nonostante tutto era molto sola e “soffriva” della miseria umana che vedeva attorno a sé. “Ma come?”, si chiedeva, “Questa sarebbe la vita? Questi sarebbero gli uomini?”. E continuavano le sue esperienze interiori. Verso il 1904 cominciò a fare una serie di sogni in cui incontrava Sri Aurobindo (di cui non aveva mai sentito parlare e che era completamente sconosciuto in Francia), davanti al quale si prostrava alla maniera indù senza comprendere bene cosa stesse facendo. Nel 1904, incontrò Max Theon e studiò l'occultismo (occulto dal latino occultus nascosto e si riferisce alla conoscenza di ciò che è nascosto, conoscenza del sovrannaturale), soggiornò a Tlemcen, in Algeria, per circa un anno. Nel 1914 insieme al secondo marito, il filosofo Paul Richard, si recò a Pondicherry che a quel tempo era enclave dell'India francese; il 29 marzo incontrò Sri Aurobindo, riconoscendo in lui il maestro che da tempo vedeva nei sogni. Trascorse un primo anno a Pondicherry poi quando iniziò la prima guerra mondiale si trasferì in Giappone per 4 anni. Nel 1920 si stabilì definitivamente a Pondichery, per partecipare alla ricerca spirituale di Sri Aurobindo.

Mère ideò il concetto di Auroville, la cui finalità è quella di realizzare l'unità umana nella diversità. Verso la metà degli anni 60 la Società Sri Aurobindo in Pondicherry Le propose di dare inizio a una tale città, cui Ella diede la sua approvazione. 

Il progetto venne presentato al Governo Indiano, che decise di appoggiarlo e lo portò all'Assemblea Generale dell' UNESCO. Nel 1966 l'UNESCO approvò all'unanimità una risoluzione che raccomandava Auroville come progetto di basilare importanza per il futuro dell'umanità, dandogli quindi il suo completo appoggio. 

Oggi Auroville è riconosciuta come il primo ed unico esperimento internazionalmente costituito e funzionante, proteso verso l'unità umana e la trasformazione della coscienza, volta alla ricerca pratica di una forma di vita sostenibile e alle future necessità culturali, ambientali, sociali e spirituali dell'umanità, una città internazionale per una popolazione di 50.000 abitanti provenienti da tutti i paesi del mondo.

Un luogo dove i bisogni dello spirito e la ricerca del progresso prevalgano sul soddisfacimento dei desideri e delle passioni, sulla ricerca del piacere e del godimento materiale. 

Un luogo di pace, di concordia, di armonia, dove gli istinti combattivi dell'uomo siano utilizzati esclusivamente per vincere la causa delle sue miserie e della sua sofferenza, per superare la debolezza e l'ignoranza, per trionfare sui propri limiti e sulle  proprie incapacità.
In questo luogo i bambini possono crescere e svilupparsi integralmente senza perdere il contatto con la loro anima; l'istruzione è data non per superare esami od ottenere diplomi e sistemazioni, ma per arricchire le facoltà esistenti e farne nascere di nuove.

In questo luogo i titoli e le posizioni sono sostituiti da occasioni per servire ed organizzare; si provvede in ugual misura ai bisogni di ognuno e la superiorità intellettuale, morale e spirituale si traduce nell'organizzazione, non in maggior piacere e potere, ma in maggiori doveri e responsabilità. La bellezza in tutte le forme artistiche (pittura, scultura, musica e letteratura) è a tutti ugualmente accessibile, essendo la facoltà di partecipare alle gioie che essa dà limitata unicamente dalla capacità di ciascuno e non dalla posizione sociale o finanziaria. Ciò perché in questo luogo ideale il denaro non è più il padrone sovrano; il valore personale ha un'importanza infinitamente superiore a quello della ricchezza e della posizione sociale. Il lavoro non è più un mezzo per guadagnarsi la vita, ma il mezzo per esprimere e sviluppare le proprie capacità e possibilità, servendo contemporaneamente l'insieme del gruppo che, da parte sua, provvede alle necessità della esistenza e al campo d'azione di ognuno. In sintesi, un luogo in cui le relazioni fra gli esseri umani, che di solito sono quasi esclusivamente basate sulla concorrenza e la competizione, possano essere di collaborazione e di reale fraternità.

Gli abitanti di Auroville vengono da oltre 35 nazioni, di tutte le età (dall'infanzia agli oltre 80 anni, con una media intorno ai 30 anni), da tutte le classi sociali e culturali, a rappresentare l'umanità nella sua interezza: un crescente numero di persone provenienti da tutti i paesi del mondo, che con un lavoro paziente e tenace ha intrapreso la costruzione di una città nuova, di un nuovo modo di vivere, di un nuovo modo di essere. Ad Auroville e' in corso un esperimento destinato al benessere di tutti. La popolazione della città è in costante crescita, ed attualmente si attesta intorno ai 2000 abitanti, di cui circa il 35% sono Indiani. 

Auroville è situata nel Sud dell' India, nello Stato del Tamil Nadu, pochi chilometri all'interno della costa di Coromandel, circa 160 km a sud di Chennai (l'attuale nome di Madras) e 10 km a nord della citta' di Pondicherry.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.