Oli aromatizzati: i consigli per autoprodurli

Preparare in casa gli oli aromatizzati è semplice e in cucina sono sempre dei validi alleati!

Oli aromatizzati: i consigli per autoprodurli

Per un ‪soffritto‬ più gustoso, per insaporire i ‪sughi‬, per dare quel gusto in più alle ‪‎verdure‬...
Gli oli aromatizzati sono perfetti in tutte le occasioni: in ‪‎cucina‬ sono immancabili e per prepararli bastano poche semplici mosse.
Vediamo insieme come realizzare in casa alcuni oli aromatizzati che aggiungeranno un tocco in più alle nostre pietanze e ci faranno sentire dei veri chef! Il segreto per la buona riuscita dei vostri oli è, ovviamente, la qualità dell'olio extra vergine d'oliva di base! E' necessario poi munirsi di barattoli di vetro con coperchio a chiusura ermetica, sterilizzati in precedenza. In linea di massima, prima si versano nel barattolo i vari ingredienti (spezie, ortaggi, agrumi...) e infine l'olio. 

Dopo aver chiuso i barattoli, conservateli al buio da 1 a 3 settimane, in base alla ricetta e all'intensità del sapore desiderato. Filtrate dunque l'olio e versatelo in bottiglie pulite da conservare lontano da luce e calore. Un suggerimento utile è quello di avvolgere le bottiglie con la carta stagnola, per proteggere ulteriormente dall'ossidazione.

Uno degli oli aromatizzati più usati in cucina è l'olio al ‪peperoncino‬. Per prepararlo, basta aggiungere a un litro di olio extra vergine d'oliva 8-10 peperoncini essiccati. Il tempo di riposo è di circa due settimane, ma può variare in base all'intensità che desiderate.

Un'altra ricetta che fa venire l'acquolina in bocca è quella dell'olio aromatizzato all'‪aglio‬ e ‪‎erbe‬. A 500 ml di olio aggiungete 7 spicchi d'aglio schiacciati e senza pellicina e le erbe aromatiche (salvia, rosmarino, origano... Quelle che più vi piacciono insomma!). Se lo desiderate, potete anche qui aggiungere un po' di peperoncino. Affinché il vostro olio ottenga l'aroma perfetto, lasciate riposare per 20 giorni prima di filtrare.

Per portare in cucina, invece, un gusto un po' particolare e diverso dal solito, possiamo provare a preparare l'olio aromatizzato al ‪limone‬: il procedimento è lo stesso degli altri oli, ma bisogna fare attenzione ad utilizzare solo la parte gialla della scorza dei limoni, e non la parte bianca. Il tempo di riposo i questo caso si riduce a soli 2-3 giorni. Se, per questa ricetta, scegliete un olio extra vergine più delicato, il risultato sarà decisamente migliore, poiché non coprirete l'aroma del limone.

Ecco dunque alcuni consigli e alcune ricette per aromatizzare il vostro olio... E se avete in mente qualche altra preparazione, condividetela con noi!

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.